Bookpride 2019

Io credo che le cose che ci attraggono e quelle che ci respingono abbiano lo stesso potere sul nostro corpo e sulla nostra mente, e sembrano, almeno a me, ugualmente determinanti nel nostro destino
— Jane Urquhart, Sanctuary Line
collage bookpride.png

Libri indipendenti

Di quella volta che siamo andati a Bookpride con una guida d’eccezione e abbiamo fatto una bella lista di ottime cose da leggere…

Sanctuary Lane- Jane Urquhart (Nutrimenti)

Guardaroba – Jane Sautière (La Nuova Frontiera)

La versione della cameriera – Daniel Woodrell (NNEditore)

Il caos da cui veniamo -Tiffany McDaniel (Edizioni Atlantide)

Caro amico - Yuyun Li (NNEditore)

Lettere d’autunno - Yumoto Kazumi (Atmosphere Libri)

L’ultima stagione - Don Robertson (Nutrimenti)

Dal tuo terrazzo si vede casa mia -Elvis Malaj (Racconti Edizioni)

La cura - Arno Camenisch (Keller)

Il clamore a casa nostra - Benjamin Taylor (Nutrimenti)

Anche noi l’America - Christina Henriquez (NNEditore)

Chiederò perdono ai sogni - Sorj Chalandon (Keller)

Veloce la vita - Sylvie Schenk (Keller)

Neve, cane, piede - Claudio Morandini (Exorma)

L’idioma di Casilda Moreira - Adrian Bravi (Exorma)

I segreti della casa sotto l’albero - Inui Tomiko (Atmosphere Libri)

L’ultimo amore di Baba Dunja - Alina Bronsky (Keller)

Radio Wilimoski, e a breve anche Le Malboro di Sarajevo - Miljenko Jergovic (Bottega Errante Edizioni)

Accadde il Primo Settembre - Pavol Rankov (Safarà Editore)

Il posto - Annie Ernaux (L’Orma Editore)

Veniva da Marioupol - Natascha Wodin (L’Orma Editore)

La ragazza del convenience store - Murata Sayaka (edizioni e/o)

Larchfield - Polly Clark (Edizioni Atlantide)

e in più, bonus track, Freeman’s